Van Vleuten annuncia il suo ritiro al termine della stagione 2023

di Luca Fabbri 92 visite

Annemiek van Vleuten ha rivelato mercoledì che concluderà la sua lunga carriera ricca di vittorie alla fine del 2023 con la sua attuale squadra, la Movistar.

L'attuale numero 1 del mondo, diventata professionista nel 2008, ha confermato la notizia dopo aver annunciato che avrebbe prolungato il suo contratto con la squadra spagnola per un ultimo anno.

Van Vleuten vanta anche tre titoli mondiali, una vittoria olimpica a cronometro e due Giri delle Fiandre nel suo ricco palmares.

Dopo aver vinto per la seconda volta la Liegi-Bastogne-Liegi in aprile e aver dichiarato di aver vissuto la sua "migliore campagna primaverile di sempre", Van Vleuten, 39 anni, parteciperà a breve al Giro d'Italia Donne, che ha vinto due volte. Poi parteciperà all'edizione inaugurale del Tour de France Femmes a fine luglio.

"Non immaginavo di ritirarmi quest'anno perché sono ancora molto motivata", ha dichiarato Van Vleuten in un comunicato stampa.

"Anche se ci sarà sempre un momento in cui lascerò le corse, e secondo me è meglio smettere quando sono ancora al top, a lottare per le vittorie nelle corse più importanti".

"Voglio smettere mentre sono al top, ed è meglio farlo quando sono con questa squadra meravigliosa".

Dopo aver vinto il titolo olimpico a cronometro in Giappone, Van Vleuten ha detto di essere sicura che la gente si sarebbe chiesta perché avrebbe smesso prima dei Giochi Olimpici di Parigi del 2024.

Tuttavia, ha detto che la sua carriera non si è mai basata sul raggiungimento di obiettivi specifici e che era più orientata a trovare progetti a lungo termine che fossero motivanti per lei.

Il motivo principale per cui mi ritirerò nel 2023, come ho spiegato, è quello di farlo mentre sono nella mia condizione fisica ottimale, completare il processo di miglioramento che abbiamo iniziato con questa squadra [Movistar] quando ho firmato per loro nel 2021, e poi guardare avanti a qualsiasi sfida possa affrontare nella mia vita personale".

"Alcuni si chiederanno perché mi ritiro prima delle Olimpiadi di Parigi. Per me, la mia carriera è sempre stata quella di trovare progetti motivanti e a lungo termine, come il Movistar Team e tutte le organizzazioni di cui ho fatto parte, in cui investire le mie energie. Non si tratta di obiettivi o gare specifiche.

"Non sembra che l'Alpe d'Huez sarà presente nel percorso del 2024", ha aggiunto scherzando. "Ma come potete capire, non è questo il motivo più importante".