Il CeramicSpeed OSPW Aero da 739 euro è l'apice dei guadagni marginali?

di Luca Fabbri 17 visite

CeramicSpeed ha lanciato ufficialmente l'OSPW Aero, una gabbia del deragliatore ottimizzata dal punto di vista aerodinamico e dotata del caratteristico sistema di pulegge maggiorate del marchio.

Avvistato per la prima volta al Giro d'Italia del 2022 (storia originale in basso), CeramicSpeed afferma che l'OSPW Aero è stato sviluppato in collaborazione con Simon Smart, "uno dei più importanti aerodinamisti al mondo".

Al prezzo di 739 euro, un deragliatore posteriore dotato di CeramicSpeed OSPW Aero è in grado di ridurre "la resistenza aerodinamica del 40% in media e in alcuni punti fino al 60% rispetto a un deragliatore di serie".

Secondo CeramicSpeed, questa riduzione della resistenza aerodinamica farà risparmiare a un ciclista professionista "2,5 secondi durante una prova a tempo di 25 km percorsa a 50 km/h".

In alternativa, "un triatleta agonista di gruppo a 30 km/h risparmierà un minuto e 15 secondi durante un Ironman su tutta la distanza".

Questi guadagni aerodinamici si aggiungono ai risparmi ottenuti grazie alla maggiore efficienza delle ruote a puleggia sovradimensionate e dei cuscinetti in ceramica del sistema, che si aggirano tra i 2 e i 4 watt.

Secondo CeramicSpeed, l'OSPW Aero rispetta le regole dell'Union Cycliste Internationale (l'ente che governa lo sport) perché il rivestimento in carbonio è strutturale e non una semplice carenatura.

Il marchio afferma di aver testato l'OSPW Aero su più biciclette da strada a cronometro e aero, nonché con una ruota a disco posteriore full-carbon e una ruota posteriore con cerchio da 60 mm di profondità, e ha riscontrato "le differenze relative tra le gabbie delle pulegge erano le stesse".

Per questo motivo, CeramicSpeed afferma: "Possiamo ritenere che, nell'ambito della ripetibilità dei test, i dati siano validi per qualsiasi tipo di bicicletta".

Un inedito sistema di pulegge CeramicSpeed sovradimensionato che si trova all'interno di un carter aerodinamico in carbonio debutterà alla seconda tappa a cronometro del Giro d'Italia di quest'anno.

Il nuovo sistema di pulegge sarebbe stato sviluppato in collaborazione con Drag2Zero, una società di consulenza aerodinamica fondata da Simon Smart, e costerà 800 dollari, secondo Triathlete.

L'Astana-Qazaqstan gareggerà al Giro con prototipi di bici da cronometro Wilier Turbine SLR dotati di questo sistema. Il sistema sarà utilizzato, tra gli altri, anche da Patrik Nilsson ai Campionati del Mondo Ironman con il suo prototipo BMC Speedmachine.

Il sistema assomiglia più di una volta al timone di un'imbarcazione, con un bordo anteriore stretto che confluisce in un mantello liscio che copre l'intero sistema di pulegge.

I sistemi di pulegge maggiorate sono diventati comuni sulle biciclette WorldTour, soprattutto su quelle da cronometro, ma questa è la prima volta che si vede un rivestimento aerodinamico da qualche anno.