Autotalks vuole che i produttori di biciclette acquistino il suo dispositivo V2X per la micromobilità

di Luca Fabbri 46 visite

Autotalks , una società di tecnologia da automobile a tutto (V2X), sta vendendo ai produttori di biciclette e scooter un dispositivo che mira a prevenire gli incidenti avvertendo i motociclisti di potenziali collisioni.

Il dispositivo, chiamato ZooZ2, è installato sul manubrio di un veicolo di micromobilità e, oltre ad allertare il pilota, allerta anche tutti i veicoli dotati di V2X e le infrastrutture intelligenti dell'esistenza del pilota.

Autotalks presenta la sua ultima soluzione alla Velo-City Conference, un vertice mondiale del ciclismo in Slovenia, nella speranza di ingaggiare clienti che integrino la sua tecnologia per un lancio iniziale sul mercato nel 2024 o 2025, con l'adozione sul mercato di massa negli anni successivi.

Fondamentalmente, ZooZ2 può comunicare solo con altri veicoli dotati di V2X, quindi non è un metodo infallibile per proteggere i motociclisti al momento, dato che solo il 10% circa delle auto è così equipaggiato, secondo Onn Haran, fondatore e chief technology officer di Autotalks.

Tuttavia, secondo Astute Analytica , il mercato globale del V2X dovrebbe crescere sostanzialmente nei prossimi anni a causa dell'aumento delle auto connesse e delle iniziative favorevoli del governo .

"La maggior parte delle vittime sulla strada si verificano all'esterno del veicolo perché i veicoli stanno diventando più sicuri e più robusti e coloro che vengono uccisi sono i pedoni e le due ruote", ha detto Haran a TechCrunch.

Secondo i dati più recenti della National Highway Traffic Safety Administration, nel 2019 846 vittime di biciclette sono state causate da incidenti automobilistici, con un aumento del 36% dal 2010.

Autotalks non è l'unico a rivolgersi a V2X per risolvere questo problema. Audi ha recentemente collaborato con Spoke, una piattaforma di mobilità per la sicurezza e la connettività, Qualcomm e Commsignia per migliorare la tecnologia cellulare V2X (C-V2X) in un modo che allerta i veicoli Audi ai ciclisti . Nel frattempo, aziende come Streetlogic stanno utilizzando la visione artificiale per implementare un dispositivo di avviso di collisione diretto al consumatore.

Anche Autotalks ha già presentato una tecnologia simile per le motociclette e afferma che la prima azienda sta per lanciare una soluzione di produzione di massa nel 2024 in Europa.

"L'obiettivo principale di ZooZ è portare il mercato delle biciclette alla stessa consapevolezza del mercato delle motociclette", ha affermato Haran. “Date al mercato delle biciclette un dispositivo per testare la tecnologia e conoscerla. Con l'aiuto di ZooZ, il divario tra il lancio di V2X nel mercato delle biciclette e quello delle moto si ridurrà".

Sebbene l'obiettivo sia integrare completamente la tecnologia alla base di ZooZ2 nei veicoli, ai fini del test, il dispositivo si presenta come un semplice componente aggiuntivo, una potente luce a LED e un cicalino che fornisce un semplice avviso ai motociclisti. Autotalks ha affermato che ZooZ2, che opera sia nella comunicazione a corto raggio dedicata V2X che C-V2X, è stato utilizzato con successo per dimostrare la protezione degli utenti della strada vulnerabili nell'ambito del progetto Safety Enhancement through Connected Users on the Road .

Al di fuori del mercato delle biciclette al dettaglio, Haran ha affermato che questo tipo di tecnologia sarebbe vantaggioso anche per le società di micromobilità condivisa che hanno la responsabilità di proteggere i motociclisti.