Adam Yates risulta positivo al COVID-19 due settimane prima del Tour de France

di Luca Fabbri 46 visite

Adam Yates, leader del Tour de France per Ineos Grenadiers, è risultato positivo al COVID-19 e si è ritirato dal Tour de Suisse.

In un comunicato, la squadra ha fatto sapere che il corridore britannico ha accusato lievi sintomi ed è risultato positivo al test del flusso laterale giovedì mattina.

Yates non ha preso parte alla quinta tappa del Tour de Suisse, la sua ultima corsa di preparazione in vista del Tour de France. Dopo quattro tappe era decimo in classifica generale, nel gruppo dei favoriti della vigilia, a 10 secondi dalla testa della classifica generale.

Finora, è l'unico corridore dell'Ineos Grenadiers (apre una nuova scheda) a lasciare il Tour de Suisse (apre una nuova scheda) a causa del COVID-19.

La notizia del caso di COVID-19 di Yates segue da vicino un'epidemia che ha colpito la squadra Jumbo-Visma al Tour de Suisse. Il direttore di gara Olivier Senn ha rivelato che la squadra aveva quattro casi positivi nella sua squadra e ha ritirato l'intera squadra e il personale dalla corsa giovedì mattina.

Nel corso della mattinata, il Team DSM ha anche rivelato che Cees Bol, Casper Pedersen e Søren Kragh Andersen erano risultati positivi al COVID-19. Anche altri corridori hanno abbandonato la corsa a causa di malattie e stanchezza.

Yates era destinato a guidare la fila di Ineos Grenadiers insieme a Daniel Martínez al Tour de France, ma il caso COVID-19 mette a rischio le sue ambizioni.

Il Tour de France inizia a Copenaghen venerdì 1° luglio, tra poco più di due settimane. Yates avrà quindi il tempo di eliminare il virus dal suo organismo, ma non si sa quanto grave sarà il suo impatto sulla salute nel frattempo.

Anche se dovesse continuare a soffrire solo di sintomi lievi, gli sarà richiesto un periodo di riposo. Dovrà inoltre sottoporsi a controlli medici e a un test cardiaco, come raccomandato dall'UCI in seguito all'infezione da COVID-19, per individuare eventuali effetti successivi del virus.

Dopo un'ottima stagione di debutto con gli Ineos Grenadiers nel 2021, Yates si è guadagnato un ruolo di leader per il Tour de France 2022 dopo che Egan Bernal ha subito un incidente che ne ha messo a rischio la carriera all'inizio dell'anno.

Sarà lui a guidare la super-squadra britannica insieme al colombiano Daniel Martinez, mentre il vincitore del 2018 Geraint Thomas avrà probabilmente un ruolo di supporto, mentre Filippo Ganna punterà alla cronometro di apertura e Tom Pidcock farà il suo debutto al Tour.

Yates si è classificato secondo dietro il due volte vincitore del Tour de France Tadej Pogacar all'UAE Tour all'inizio della stagione, prima di piazzarsi quarto alla Parigi-Nizza.

All'inizio di aprile si è ritirato dalla tappa finale del Giro dei Paesi Baschi, vinta da Martínez, e il Tour de Suisse ha segnato il suo ritorno alle corse dopo oltre due mesi di assenza.